ponti

progettare un ponte rappresenta la miscela perfetta per la sintesi progettuale tra architettura ed ingegneria:

più che in altre discipline qui le due arti sono combinate e la loro espressione è spesso univoca

un ponte ha la potenzialità di divenire un landmark per la città che lo accoglierà; non và però tralasciata la sua scala per così dire umana: progettando un ponte rifletto su ciò che si percepirà dalle sponde, ma più che altro come apparirà navigando sotto di esso, piuttosto che immaginare quale sarà la qualità urbana nelle aree che attraversa, od in quegli ambiti da cui sorge ed in cui arriva

il progetto di un ponte è spesso la soluzione di un problema: il valore intrinseco però del progetto risiede nel fatto che prima di quell'attimo due punti semplicemente non sono uniti. Pedoni auto o mezzi pesanti non avranno solamente un’alternativa di percorso, bensì in qualche maniera saranno colonizzatori del lato opposto. Si dovrebbe sempre riflettere quando si sta per attraversare un ponte su come potesse essere prima della sua realizzazione: immaginare il lato opposto, desiderarlo piuttosto che semplicemente apprezzare una sponda vuota

4

partecipazioni
a progettazione

1

realizzazione da progetto preliminare

04 progetti, 01 realizzazione da progetto preliminare in appalto concorso

  • Cavalcaferrovia Ostiense
  • San Bonifacio: struttura per ponte mobile con arch. F.Broggini
  • Ponte della Musica – Roma, con Arch. F.Broggini progetto segnalato
  • Nuove passerelle per il Giubileo – Roma con arch. L.Sacchi progetto segnalato

luca braguglia

architetto

…credo che il progetto di architettura sia la disciplina più idonea per coniugare fantasia e rigore, esperienza od innovazione con la manualità, vero principio ispiratore del mio agire.
Ciò mi ha permesso di comprendere la vera natura del mestiere, agendo nei contesti più diversi e potendo fare architettura anche quando i materiali a disposizione risultano essere solamente la luce e lo spazio. Questa chiarezza nell'agire mi ha accompagnato per trent'anni di attività professionale; anni ispirati ad un principio di sano ed intimo divertimento da condividersi via via con colleghi, artigiani o committenti.